Bugnara

Ficarra e Picone,sul palco e in cattedra

"Il pericolo era che tanti venissero al Teatro greco di Siracusa per vedere Ficarra e Picone, non una commedia di Aristofane. Quando abbiamo visto tanti giovanissimi che ridevano, pur non avendo ancora gli strumenti per leggere lo spettacolo nella sua veste originaria, abbiamo capito che avevamo reso comprensibile quel testo". Agli studenti dell'Università d'Annunzio di Chieti, accorsi nell'Aula magna di Lettere, Salvatore Ficarra spiega l'esperienza con le 'Rane', in scena ieri e stasera al teatro Massimo di Pescara. "Uno spettacolo 'pop' lo abbiamo definito" aggiunge Valentino Picone, ricordando che il regista Giorgio Barberio Corsetti ha "combinato musica, marionette, semplicità". E uno spettacolo serio-comico sono stati gli oltre 60 minuti di dialogo con gli universitari. "Quando abbiamo letto il testo - interviene Ficarra - ci siamo detti 'ma all'epoca di Aristofane succedevano cose veramente orribili: politici corrotti, politici buffoni. Non come oggi, oggi ci siamo evoluti!".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie